Dal vocabolario politico: Candidato

Uno dei termini politici più spesso utilizzati è quello di “candidato” (Colui che si propone o dà la disponibilità a ricoprire una carica, un ufficio pubblico). Pur essendo costantemente in campagna elettorale (campagna permanente) il momento della scelta dei candidati in prossimità di una elezione è sempre molto delicato: si tratta di un gioco di equilibri nel quale si esprimono rapporti di forza sia all’interno dei singoli partiti, sia tra partiti di un’area politica affine.

L’origine del termine risale alla Roma repubblicana nella quale l’elezione alle cariche pubbliche era preceduta da un periodo di campagna elettorale, durante la quale i candidati (chiamati così perché indossavano una tunica bianca) si confrontavano in comizi pubblici.

 

Nessun commento.

Lascia una risposta