Il Manifesto Politico

La politica deve rappresentare una risorsa per i cittadini, un veicolo di idee e progetti, una possibilità visionaria di condurre uno Stato e una comunità nel futuro.

Da troppi anni la politica, nazionale e locale, è divenuta “gestione condominiale” dei bisogni contingenti, inseguendo i cambiamenti casuali che si verificano, piuttosto che prevederli e governarli.

La totale assenza di un’etica pubblica che guidi l’azione politica, ha poi eroso in modo quasi irreversibile la fiducia che i cittadini dovrebbero avere nelle istituzioni e nella politica dei partiti.

Sono per un’etica pubblica sostenuta da regolamenti adeguati che impediscano il prosperare del malaffare e della corruzione ai danni dei cittadini, siamo per una scelta della classe politica per la quale l’onestà non sia un caso fortuito, ma una caratteristica imprescindibile.

Franco Zaffini - Famiglia

La famiglia è il nucleo centrale e costituente della società. È necessario difenderla in senso valoriale e sostenerla in senso pratico.

Non accetto che si imponga un modello di famiglia che spinga ad adottare l’ideologia gender, secondo cui uomo o donna non si nasce, ma si diventa per scelta.

Non accetto che la definizione delle politiche sociali sia dettata da una ideologia che nega la famiglia naturale composta da un uomo e una donna, e non accetto che tale ideologia condizioni le nostre politiche a sostegno della famiglia ed i nostri modelli educativi adottati nelle scuole.

Franco Zaffini - Sicurezza

Il senso di precarietà e di insicurezza che domina la vita quotidiana di ognuno è un grande limite allo sviluppo e alla crescita armoniosa della nostra comunità nazionale e locale. Lo Stato, come le istituzione sovranazionali, devono garantire la sicurezza: sostenere e lavorare accanto alle forze dell’ordine per combattere la delinquenza e lo spaccio di droga, regolare i flussi migratori e facilitare processi di vera integrazione in modo da impedire quello che è ormai un vero e proprio scontro di civiltà nei quartieri di casa nostra.

Franco Zaffini - Economia

L’insicurezza ha anche una matrice economica. La crisi – paradossalmente – può essere un’occasione per riscrivere le regole di un’economia oggi drogata, e di una finanza gonfiata. Per sostenere l’economia nazionale e locale è necessario difendere la specificità della nostra economia, dare sostegno alle piccole e medie imprese con nuove forme di credito che a differenza degli accordi europei (Basilea 1 e 2) tengano conto della specificità nazionale, valorizzare le ricchezze naturali del nostro Paese e, più in generale, promuovere il Made in Italy.

Franco Zaffini - Energie Rinnovabili

Il futuro non deve costituire una pericolosa incognita. Esso deve essere anticipato e governato. È ormai possibile prevedere lo sviluppo di alcuni strumenti che permetterebbero al Paese di entrare oggi nel domani: rivoluzione digitale ed energie rinnovabili. Rompere gli schemi e gli accordi che hanno come unico scopo il profitto fine a se stesso, e sostenere una rivoluzione che è anche culturale. Ridurre il Digital Divide perché lo sviluppo e il rinnovamento della democrazia passa anche attraverso le nuove forme di partecipazione e di accesso; sostenere l’incremento sperimentale e di sviluppo di fonti energetiche che ci renderebbero autonomi rispetto ad altre economie e ad altri Paesi.